Pubblicato il Lascia un commento

Restyling tavolo noce massello Polla Salerno vallo di Diano

Restyling tavolo noce ricostruzione piano fasce prolunghe castagno Sant'Arsenio Salerno
Restyling tavolo noce ricostruzione piano fasce prolunghe castagno Polla Salerno

Epoca: primo metà XX° secolo

Stile: Eclettico

Provenienza: Polla, vallo di Diano, SA, Italia meridionale

Descrizione: Tavolino allungabile in noce massello. Fattura artigianale locale, buona qualità in cattive condizioni di conservazione. Mancanti piano centrale e completamente da rifare le fasce inferiori.

Restauro:  Il mobile era in condizioni di conservazione precarie. Il centro del piano presenta un foglio di compensato che mal si adatta al tavolo in noce massello. La zona inferiore dei piedi è completamente da rifare, in buone condizioni solo gli elementi centrali. Il tavolo è stato levigato e sono stati rimossi tutti gli elementi non adatti o in cattive condizioni. Il piano è stato ricostruito con due tavole antiche in castagno massello, mentre le prolunghe mancanti sono state ricostruite ex novo sempre utilizzando castagno massello. La struttura del tavolo era compromessa per questo è stato smontato e sono state ricostruite le due fasce laterali in noce massello sul modello di quelle preesistenti ma non più utilizzabili. Riassemblato e reincollato il tavolo è stato tinto noce chiaro e successivamente verniciato a spruzzo.

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Restauro di un divano in noce massello in stile Luigi Filippo a Sant’Arsenio

Divano noce massello restauro Sant'Arsenio Salerno vallo di Diano
©RestauriRaia.com Restauro, ristrutturazione e restyling di manufatti in legno.

Epoca: primo metà XX° secolo

Stile: Luigi Filippo

Provenienza: Sant’Arsenio, vallo di Diano, SA, Italia meridionale

Descrizione: Divano in noce massello di fattura artigianale. In stile Luigi Filippo ma costruito nel XX° secolo di discreta fattura è in condizioni di conservazione precarie. Tecnica di costruzione buona diversi interventi di ripristino “amatoriale”, inchiodate le giunture con sparachiodi a pressione e viti di grosse dimensioni che hanno indebolito il legno già non integro a causo di diffusa tarlatura.

Restauro:  Il mobile era in condizioni di conservazione precarie. Rimossa la rivestitura esterna in tessuto, per la parte bassa si è dovuto rimuovere anche l’imbottitura e la struttura per poter intervenire in maniera completa. I danni principali sono una spaccatura sulla fascia frontale e tutte le giunzioni inferiori tenute insieme da chiodi e da una serie di rinforzi incollati esternamente agli incastri. Rimossi questi interventi gli incastri erano indeboliti ed in alcuni casi mancanti. Sono stati ricostruiti e per la fascia frontale oltre ad una ricostruzione in legno, nella parte retrostante, è stata inserita una piastra metallica per rinforzare la struttura.

 

Pubblicato il Lascia un commento

Ristrutturazione di un infisso ed una porta in legno di castagno

Ristrutturazione di una porta e di una finestra in legno di castagno
©RestauriRaia.com Restauro, ristrutturazione e restyling di manufatti in legno.

Epoca: ultimo quarto XVIII° secolo, primo metà XIX° secolo

Stile: Neoclassico

Provenienza: Vallo di Diano, SA, Italia meridionale

Descrizione: Originariamente serramenti di un palazzo nobiliare realizzato alla fine del XVIII° secolo. Costruiti completamente in castagno massello, essenza lignea autoctona usata costantemente nella realizzazione di serramenti per le sue caratteristiche di durezza e resistenza agli agenti atmosferici ed agli insetti del legno. Costruiti con ottima maestria e scelta accurata delle zone di taglio del tronco. Ottime condizioni di conservazione.

Restauro: Più che di un restauro si tratta di un riadattamento per un altro edificio, scelta che ne ha consentito la riutilizzazione e la conservazione nel tempo dato che erano stati rimossi e sostituiti con serramenti nuovi nella sede originale. Rimozione completa delle verniciature stratificate negli anni, realizzazione ex novo dei telai con legno proveniente dallo stesso stock di serramenti e riadattamento della finestra alla nuova sede. Applicazione di vetro camera 12 mm e riverniciatura a spruzzo con vernici acriliche ciclo mordente, fondo e vernice.

Pubblicato il Lascia un commento

Restyling di un tavolo rustico in legno misto

Restyling di un tavolo rustico in legno misto
©RestauriRaia.com Restauro, ristrutturazione e restyling di manufatti in legno.

Epoca: primo quarto XX° secolo

Stile: Rustico

Provenienza: Vallo di Diano, SA, Italia meridionale

Descrizione: Tavolo rustico in arte povera realizzato con legno misto autoctono della zona. Piedi in castagno, piano e elementi orizzontali in abete, elementi ribaltabili in abete. Costruito con buona maestria si tratta di un tavolo solido e destinato a durare nel tempo anche se realizzato con legni di non elevata durabilità nel piano e negli elementi orizzontali.

Restauro:  Il mobile era in condizioni di conservazione precarie. Attaccato in modo esteso dagli insetti xilofagi, e ricoperto da numerose serie di riverniciature che nascondevano stuccature e rattoppi distribuiti su tutto il tavolo. Il tavolo è stato completamente sverniciato per portare il legno originale a “respirare” e poter essere trattato contro gli insetti del legno. Ripristinati i volumi del tavolo con stuccature e rimozione di cornici non originarie si è optato per una laccatura anticata.

Pubblicato il Lascia un commento

Il restauro di un cassettone Luigi Filippo

Chest drawers Louis Philippe walnut restoration
©RestauriRaia.com Restauro, ristrutturazione e restyling di manufatti in legno.

Oggetto: Cassettone in noce massello

Epoca: primo quarto XX° secolo

Stile: Luigi Filippo

Provenienza: Toscana

Descrizione: Cassettone completamente originale. Proveniente dalla dismissione di un casolare toscano, questo cassettone popolare toscano del 1800 è stato costruito per durare a lungo. Struttura originale in legno duro di castagno, tavole esterne in noce massello completamente integro nella sua parte in noce e originale all’80 % nella sua struttura portante. Linea sobria, semplicità e qualità nell’esecuzione del mobile.

Restauro:  Il mobile era in condizioni di conservazione precarie. Attaccato in modo esteso dagli insetti xilofagi, come detto completamente originale dunque con il collante a base di colle animali completamente polverizzato. Si è proceduto immediatamente al trattamento per eliminare i tarli. Successivamente si è intervenuto sulla struttura del legno con interventi di falegnameria che hanno cercato di preservare la struttura originale del pezzo. Reincollaggio di tutti gli elementi strutturali e inserimento di guide per i cassetti in legno di castagno antico come le originali. La struttura interna dei cassetti è in legno di pioppo e si è proceduto anche in questo caso al reintegro dell’originale privilegiando l’aspetto rustico del mobile rispetto ad una possibile ricostruzione con superfici liscie e nuove. Il cassettone non è stato sverniciato, ma sono state eliminate esclusivamente le zone di vernice alterate dalle condizioni atmosferiche reintegrando la gommalacca lacunosa. Stuccature e finitura a cera hanno cercato di ridonare al mobile l’aspetto caldo che aveva perso.

Dimensioni:

Lunghezza: 105 cm
Larghezza: 54 cm
Altezza: 101 cm
Peso: 60 Kg

Pubblicato il Lascia un commento

Come lavoro, prodotti e tecniche

©RestauriRaia.com Restauro, ristrutturazione e restyling di manufatti in legno.

Ho una formazione universitaria ma ho frequentato una bottega antiquariale. Coniugo queste esperienze alla pratica quotidiana e al costante studio e aggiornamento necessari nella pratica di questo mestiere dove non si smette mai di imparare, soprattutto dal passato.
Cerco prima di incominciare un lavoro di inquadrare storicamente e stilisticamente il mobile che mi trovo di fronte individuando gli interventi che ha subito nel corso del tempo e lo stato di conservazione generale del pezzo.
Gli interventi che vado ad effettuare sull’oggetto hanno carattere conservativo e di ripristino per quanto possibile di una condizione quanto più vicina a quella originaria avendo come unica preclusione l’unicità che il pezzo ha raggiunto sia da un punto di vista estetico che da un punto di vista storico includendo in questa unicità anche gli interventi non originari.
I prodotti che utilizzo per il restauro di un mobile sono compatibili con l’età del pezzo su cui opero, per cui dove necessario utilizzo colle, consolidanti, fissanti e vernici di origine animale e vegetale, in poche parole quelli utilizzati nel momento in cui l’oggetto è stato creato.
Non disdegno l’utilizzo di prodotti di nuova generazione né di origine industriale in tutte le fasi di lavorazione, questi garantiscono una maggiore aderenza alle necessità quotidiane di fruizione dell’ oggetto.
Le tecniche di restauro perseguono gli stessi principi degli interventi cercando di utilizzare tecniche di lavorazione e finitura compatibili con l’età del pezzo ad esempio (verniciatura a stoppino, stuccatura con colla di coniglio e pigmenti), ma non ha un ruolo secondario l’utilizzo che dell’oggetto si andrà a fare.

Pubblicato il Lascia un commento

Restauro conservativo di un comò in stile secondo Impero

Empire mahogany Dresser Empire style
©RestauriRaia.com Restauro, ristrutturazione e restyling di manufatti in legno.

Oggetto: Cassettone in mogano

Epoca: inizi XX secolo

Stile: Secondo Impero

Provenienza:  Italia settentrionale

Descrizione: 

Elegante comò secondo Impero. Costruito ad inizio XX° secolo.
La rigida ed essenziale struttura è in netto contrasto con l’armonioso movimento dei montanti “a bretella” elemento chiave dello stile. La ricerca di un decoro delicato si riflette nella scelta di utilizzare la piuma di mogano, una delle essenze più raffinate e note, facilmente riconoscibile per le molteplici venature di tonalità più scura.
Realizzato come detto in legno di mogano, è stato utilizzato il pioppo per gli elementi strutturali e l’abete per le pannellature posteriori e i fondi dei cassetti.
Accurata la scelta del piano in piuma di mogano, frontalmente fascia alta con cassetto a scomparsa, tre cassetti a filo incorniciati dai montanti laterali dove la scelta del cuore di mogano crea una gradevole e delicata decorazione. Pannellature laterali in lastra di mogano.

Restauro: 

Sul mobile si è optato per un restauro classico per tutelare la patina che il tempo ha sedimentato.

Trattamento antitarlo per rimuovere gli insetti xilofagi presenti.

Si è intervenuto sulla struttura integrando le pannellature con inserti in legno e colla forte.

Reintegro dell’impiallacciatura in modo puntuale solo dove necessario con infiltrazioni di colla forte di origine animale dove questa aveva perso il suo potere collante e utilizzo della stesse essenza di mogano dove l’impiallacciatura era mancante.

Reintegro della gommalacca a pennello dove questa era sbiancata a causa dell’umidità e dove era lacunosa.

Stuccature a cera color mogano per colmare i buchi dei tarli e le piccole lacune dell’impiallaccio.

Finitura a cera d’api per proteggere la verniciatura a gommalacca.

Il mobile è sano e privo di tarli.

Dimensioni:
Lunghezza: 110 cm
Larghezza: 50 cm
Altezza: 85 cm
Peso: 45 Kg

Pubblicato il Lascia un commento

Restauro di una credenza in noce e rovere neorinascimento

Il restauro di una credenza in stile neorinascimento Italia settentrionale, fine XIX secolo inizi XX secolo
©RestauriRaia.com Restauro, ristrutturazione e restyling di manufatti in legno.

Oggetto: Credenza in noce massello

Epoca: fine XIX°

Stile: Umberto I neo rinascimento

Provenienza:  Italia

Descrizione: Imponente credenza in noce massello in stile neorinascimento. Gli elementi decorativi tipici dello stile sono tutti rifiniti con cura e in ottime condizioni di conservazione. Le colonne in noce massello, il basamento e il cappello superiore con i due cassetti a scomparsa  fanno da cornice alleante inferiori decorate a cornici intagliate con stemma centrale anche esso intagliato. Le maniglie, le bocchette e le chiavi sono tutte in ottone, solo queste ultime non sono originali. Piano in piuma di noce. La struttura interna in rovere completa questo mobile che coniuga aspetto estetico, solidità e funzionalità.

Il restauro: Le ottime condizioni di conservazione hanno indirizzato il restauro su interventi minimi, ripristino della ferramenta originale pulitura della superficie esterna e interna e reintegro della gommalacca. Finitura a cera.

Dimensioni:

Lunghezza:  141 cm
Larghezza:  53 cm
Altezza:  97,5 cm
Peso:

Pubblicato il Lascia un commento

Restauro di una credenza in noce 1920 neoclassica

Walnut sideboard neoclassical
©RestauriRaia.com Restauro, ristrutturazione e restyling di manufatti in legno.

Oggetto: Credenza da ingresso

Epoca: 1920

Stile: Neoclassico

Provenienza: Milano

Descrizione: Credenza in noce in stile neoclassico. Modulo di un mobile più ampio presenta i laterali in legno di pioppo con pannellatura in noce. Frontalmente presenta due cassetti con bocchette neoclassiche non originali ma in stile. La filettatura oltre che sui cassetti a creare un riquadro geometrico è presente sulle ante inferiori dove è curata la scelta dell’impiallacciatura con venature trasversali tra loro. Il piano anch’esso in noce fa da basamento allo specchio di notevoli dimensioni. Lo specchio originale é lesionato per danni subiti durante il trasporto. Applicazioni in bronzo a definire la parte superiore dello specchio che denota forme liberty.
Il restauro
Il mobile é stato sverniciato per rimuovere una serie di ridipinture che ne scurivano l’aspetto. Trattamento antitarlo eseguito e rivernciatura dei laterali per uniformare l’aspetto complessivo del mobile. L’interno ben curato é stato pulito e riverniciato a gommalacca. Finitura a cera.

Dimensioni:

Mobile inferiore:                            Specchio:

Lunghezza: 86 cm             Lunghezza: 86 cm

Larghezza: 46 cm              Larghezza: 3,5 cm

Altezza: 82 cm                   Altezza: 115 cm

Pubblicato il Lascia un commento

Restauro di sei sedie in noce 1920 neoclassiche provenienza Milano

Neoclassical walnut table chairs restoration
©RestauriRaia.com Restauro, ristrutturazione e restyling di manufatti in legno.

Oggetto: Sedie da sala

Epoca: 1920

Stile: Neoclassico

Provenienza: Milano

Descrizione:

Realizzate in noce massello e faggio massello queste sedie risultano straordinariamente solide considerando l’età e lo stile che le contraddistingue. Lo stile é neoclassico ma risente notevolmente dell’influenza Liberty nello slancio verso l’alto che presentano. Gambe tornite a colonna leggermente rastremate. Seduta e spalliera rivestite in pelle con chiodatura decorativa in bronzo. Classica decorazione a filettatura e cornice superiore in stile neoclassico. Sono state conservate con cura e risultano in perfette condizioni di conservazione considerando che hanno cento anni.

Il restauro

Le sedie erano ricoperte da un accumulo di sporco e ridipinture che ne scurivano molto la seduta in pelle e la struttura in legno. Sono state sverniciate, ripulita la pelle e la chiodatura in bronzo. Sono state trattate contro i pochi farli presenti e riverniciate a gommalacca spagliettata e protetta con cera d’api. Anche la seduta e lo schienale in pelle sono stati lucidati con cera d’api.

Dimensioni:

Lunghezza: 44 cm
Larghezza: 44 cm
Altezza: 103,5 cm
Peso: